arredare-la-cucina-con-il-vetro

Arredare la cucina con il vetro

Arredare la cucina nel modo corretto può sembrare semplice ma non è sempre così. La prima cosa da fare è non sottovalutare l’importanza dei particolari.

Arredare la cucina con il vetro rappresenta la scelta giusta, sia dal punto di vista pratico che estetico.

Scopriamo insieme come si può fare la differenza inserendo elementi in vetro come piani di appoggio o come paraschizzi, al posto dei soliti materiali in legno o ceramica.

Il vetro contribuisce a influenzare l’atmosfera di una stanza; si può intervenire su vari fattori come il colore, il gusto personale, la funzionalità e la praticità.

Il vetro garantisce pulizia e sicurezza, e rappresenta anche un elemento di arredo versatile, connubio perfetto tra funzionalità ed estetica.

Esistono svariate soluzioni, in base alle esigenze di ogni abitazione, che rendono il vetro un complemento d’arredo capace di ricreare l’atmosfera desiderata: dal retrocucina ai piani d’appoggio, dalle mensole al tavolo, ogni elemento potrà trovare la propria identità.

La cucina è la stanza più vissuta della nostra casa, nella quale le attività di preparazione dei cibi producono fumi ed odori; il vetro è la scelta giusta per ridurre al massimo la formazione dei cattivi odori e facilitare la pulizia dell’ambiente.

 

Di cosa parliamo in questo articolo

 

  • Piani in vetro per la cucina: innovativi e pratici
  • Retrocucina e paraschizzi in vetro: quale colore scegliere
  • Tavolo da pranzo in vetro
  • Ricondizionare i vecchi oggetti

 

Piani in vetro per la cucina: innovativi e pratici

 

Le mensole in vetro hanno innumerevoli vantaggi: sono più pratiche da pulire rispetto alle mensole in legno, ed è possibile laccarle per dare un tocco di colore alla vostra cucina.

Inoltre sono estremamente pratiche, hanno linee essenziali per adattarsi a qualsiasi stile di arredamento.

Facili da installare grazie alla vasta gamma di accessori che consento di fissare in sicurezza gli elementi e di scegliere la giusta finitura per garantire lo stile della realizzazione.

 

Retrocucina e paraschizzi in vetro: quale colore scegliere

 

Il retrocucina è una parte importante del suo arredamento. Deve osservare criteri estetici e al tempo stesso funzionali, facilitando le operazioni di pulizia.

In commercio ci sono molti materiali che consentono altrettante soluzioni per realizzare il paraschizzi della cucina; tra queste il vetro soddisfa tutte le esigenze.

Se hai scelto una cucina dai colori neutri, puoi rafforzare la tua idea di linearità scegliendo un colore per il retrocucina in vetro tra le vare tonalità del bianco, del beige.

Oppure puoi scegliere un colore forte per creare un punto di stacco tra i pensili. Il nero, il rosso, l’azzurro, il verde, rappresentano scelte audaci ma di grande impatto emotivo.

paraschizzi vetro laccato mpglass
paraschizzi vetro laccato mpglass

Se sei attento alle nuove tendenze, e ami le nuove finiture effetto MAT del colore, non potrai rinunciare al retrocucina laccato effetto satinato. Il colore perde il suo carattere lucente per dare vita ad una texture in pasta dallo stile sobrio e deciso. Ispirato alle suggestioni materiche della lavorazione manuale della seta, il vetro laccato satinato rilancia la decorazione delle pareti in una nuova dimensione dell’interior design.

 

Tavolo da pranzo in vetro

 

Il vetro è sempre più apprezzato anche per realizzare tavoli da pranzo su cui consumare il pasto; grazie alla sua materia trasparente è perfetto per essere inserito in ambienti come quello della cucina.

Si può scegliere tra tante realizzazioni, la sua natura asettica si presta a innumerevoli realizzazioni che rispettino gli stili presenti; anch’essi possono essere laccati scegliendo il colore che meglio si sposi con lo stile di arredo dei mobili, ai colori delle pareti o più semplicemente al gusto personale.

Il basamento può essere realizzato totalmente in vetro o realizzato con altri materiali come il legno, il ferro, l’allumino, l’acciaio. Il manufatto finale assorbirà il carattere della materia con la quale è stato assemblato.

Tavolo in vetro laccato
Tavolo in vetro laccato

 

Ricondizionare i vecchi oggetti

 

Se ti piace il riciclo e sei solito andare per mercatini, seleziona un vecchio oggetto che abbia una struttura adatta per un piano di appoggio e completalo con un piano in vetro per valorizzarlo e preservarlo. La vecchia credenza può essere contestualizzata nel tuo ambiente cucina per dare un respiro antico dal sapore senza tempo; non dimenticare di selezionare vecchi vetri che sappiano mantenere il carattere antico.

 

https://www.mpglass.net/catalogo-vetri/

 

Otterrai in questo modo un pezzo originale dal respiro antico e perché no, aiuterai l’ambiente.

 

https://www.cosafarearoma.it/mercatini-usato-antiquariato-artigianato-roma/

 

 

Conclusioni

 

Ogni soluzione moderna e di design si ottiene attraverso l’innovazione, che deve sempre strizzare l’occhio al passato. Mescolare elementi vintage con le nuove materie, non altera le proprietà architettoniche dell’arredamento, bensì le valorizza con il tocco di originalità e unicità che contraddistingue la ricercatezza dei particolari.

Se vuoi arredare con stile, la parola d’ordine per fare la differenza è l’attenzione ai dettagli.

 

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter

I precedenti post del blog di Mpglass

MpGlass Srls – Via Filippo Arena 6 – 00171 Roma . P.iva 14356551003 |
Chiama 06 87 75 2410 | WhatsApp +39 353 3486169
Iscrizione Camera di Commercio RM-1514903
Trattamento dati | Gestione Cookies | Mappa del sito